Filoncino di semola ai sesamini

Condividi

Approfittando ancora di queste temperature abbastanza autunnali e per tirarmi un po’ su il morale, stanca nelvedere questo cielo grigio e plumbeo, ho pensato di impastare un buon filoncino di semola. Il pane fatto in casa è qualcosa di unico, se poi si ha la fortuna di avere un forno a legna, l’incanto di fronte questa produzione si moltiplica. Il mio è stato cucinato nel forno elettrico, ma il profumo  del pane in cottura è capace di far tornare il buon umore a tutti! E poi quando è ancora caldo, con una bella fetta di salame vi sentirete come il titolo di un film :  ” Tre metri sopra il cielo”!

Ingredienti:

500 gr di semola rimacinata per panificazione

4 gr di lievito di birra fresco

250/300 ml di acqua tiepida

1 cucchiaino di malto d’orzo

15 gr di sale

sesamini

Procedimento:

Prelevate un cucchiaio di farina da 500 gr, ponetela in una ciotolina, mettete il lievito e un po’ di acqua presa dai 250 ml tiepida.  Impastate un pochino e lasciate lievitare coperto da un pellicola per circa un’oretta. Se in casa fa freddo, ponetela sotto una coperta. Non appena pronto, setacciate la restante farina e ponetela nella planetaria con il gancio, aggiungete il panetto lievitato, il malto d’orzo e l’acqua un po’ per volta. Iniziate ad impastare e per ultimo unite il sale. Dovrete ottenere un impasto morbido e ben idratato. Lavoratelo circa 5 minuti con la planetaria, se invece impastate a mano almeno 15 minuti. Ponetelo a lievitare coperto da una pellicola, avendo cura ogni 30 minuti (per 3 volte), di riprenderlo, stenderlo un po’ con le mani, ripiegarlo a portafoglio e rifare la palla. Dopo averlo fatto per 3 volte, ponetelo su una teglia rivestita di carta forno e lasciatelo lievitare fino al suo raddoppio. Quando sarĂ  pronto, praticate dei tagli trasversali, spennellate la superficie con un pò di acqua e distribuite i sesamini. Infornatelo in forno giĂ  caldo con una ciotola di acqua a 200°C per 10 minuti, poi scendete a 180°C per 15-20 minuti, finchè non sarĂ  dorato. Sfornate e se resistete, lasciatelo raffreddare su una gratella….

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.