Piatto della nonna

Condividi

Questo piatto è stato chiamato “Piatto della nonna” perché è una preparazione antica di mia nonna che viveva in campagna, e tramandata a me da mia madre. Non è un preparazione light, ma una volta esisteva questa cucina perché si lavorava nei campi e quindi era necessario nutrirsi per poter poi affrontare il duro lavoro. Oggi il nostro stile di vita è cambiato, ma avevo comunque piacere di farvelo conoscere, e perché no, magari di provarlo, approfittando della stagione invernale quando qualche caloria in più possiamo permettercela.

Ingredienti:

6 costine di maiale

400 gr di trita (200 gr maiale e 200 gr vitello)

pane raffermo

1 uovo

prezzemolo, mezzo

2 spicchi di aglio

sale

700 gr di patate a pasta gialla o rosse

olio extra-vergine

un rametto di rosmarino

Procedimento:

Iniziamo a preparare le polpettine. In una ciotola mettete a bagno il pane raffermo con acqua o se preferite con il latte. Una volta mollo, strizzate bene e unitelo al misto di carne, con il sale, 1 cucchiaio di parmigiano, prezzemolo tritato, un po’ di sale e un po’ di aglio. Amalgamate bene il tutto e formate delle polpettine. Lavate bene le patate – potete sbucciarle oppure no – e tagliatele a fettine non troppo spesse. Sciacquatele bene sotto acqua corrente, per togliere l’amido (l’acqua dovrà uscire limpida) e poi tamponatele con un canovaccio. In un grosso tegame, mettete l’olio e lo spicchio d’aglio, e lasciate insaporire qualche minuto, poi unite le costine e le polpette e fate ben rosolare su entrambi i lati. Non appena saranno ben rosolate aggiungete le patate, il rosmarino, il sale e lasciate cuocere a fiamma moderata finchè le patate non saranno ben dorate. Servite ben caldo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.