Pane con i ciccioli

Condividi

I ciccioli sono la parte restante del grasso del maiale, dal quale si ricava lo strutto, che dopo cotto viene spremuto. Sono tipici dell’Emilia Romagna, ma anche in Campania vengono utilizzati per la preparazione di torte rustiche (come il c.d. tortano la cui ricetta la trovate QUI o anche il casatiello QUI ) o usati ancora per la preparazione di pani, che io definisco speciali perchĂ© arricchiti con ingredienti diversi dal tradizionale. Questo pane con i ciccioli è ottimo per accompagnare le verdure, oppure i salumi.

Ingredienti:

500 gr di farina tipo 2

200 gr di farina 00

12 gr di lievito di birra fresco

1 cucchiaino di malto d’orzo

300 gr di ciccioli

350 ml di acqua

2 cucchiani di sale

 

 

Procedimento:

Prendete i ciccioli e poneteli in una ciotola con dell’acqua calda per 30 minuti, così si ammorbidiranno e scaricheranno il loro grasso in acqua. Nel mentre setacciate le farine. Trascorsa la mezz’ora, prendete i ciccioli e strizzateli bene con le mani o con uno schiacciapatate. Non buttate via l’acqua perchè vi servirĂ  poi per impastare. Ponete le farine nella ciotola della planetaria o su una spianatoia, aggiungete il lievito sbriciolato, il malto d’orzo e un po’ dell’acqua e iniziate a impastare. Aggiungete man mano l’altra acqua fino ad ottenere un impasto morbido ma non molle, quindi regolatevi con l’acqua perchĂ© non tutte le farine assorbono in modo uguale. Per ultimo unite i ciccioli e il sale e continuate ad impastare. Fate il panetto e lasciatelo lievitare fino al raddoppio. Non appena avrĂ  raddoppiato il suo volume, rimpastatelo e dategli la forma di una pagnotta o filone. Con un coltello incidete la superficie con dei tagli trasversali e lasciate riposare ancora 30 minuti. Mettete sul fondo della griglia del vostro forno, una ciotola con dell’acqua calda, e lasciatela lì per tutta la cottura del pane. Infornate a forno caldo a 230 °C per i primi 10 minuti, poi portare il forno a 180°C e continuate la cottura fino a doratura. Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.