Tasca di vitello ripiena al radicchio

Condividi

La tasca ripiena di vitello, è il classico arrosto della domenica o delle feste. E’ la parte del quarto posteriore del vitello situato sotto la noce che viene anche chiamato spinacino, ed è adatto per fare rotoli farciti oppure tagliato a tasca così da poter essere riempito. I ripieni possono essere dei più svariati : con i carciofi, con le verdure, con i funghi, con gli ortaggi, quindi veramente tantissimi, ottenendo così un secondo succulento accompagnato con delle patate al forno.

Ingredienti per 4-6 persone:

una tasca di vitello da 1kg

200 gr di radicchio di Treviso

80 gr di salsiccia

80 gr di polpa di vitello macinata

80 gr di pangrattato

80 gr di parmigiano grattugiato

1/2 bicchiere di vino bianco

1 rametto di rosmarino

1 uovo medio

olio extra-vergine

sale-pepe q.b

Procedimento:

Comprate dal vostro macellaio di fiducia il pezzo di carne adatto per fare la tasca di vitello e fatevelo aprire. La riuscita dipende dalla tenerezza della carne. Spellate la salsiccia, sgranatela e fatela rosolare in una padella con la polpa di vitello e 3 cucchiai di olio extra-vergine. Bagnate con un po’ di vino bianco e fate sfumare. Mondate il radicchio, lavatelo, asciugatelo e in un’altra padella fatelo stufare 10-15 minuti con un filo d’olio. Raccogliete in una ciotola, le carni rosate, aggiungete il radicchio, il rosmarino tritato, il pangrattato, il formaggio grattugiato, sale e pepe. Unite l’uovo e amalgamate per ottenere un composto omogeneo. Farcite la tasca con il composto, premendolo bene per compattarlo. Cucite la bocca della tasca per evitare che il ripieno fuoriesca, e poi legatelo. Prendete una pirofila, mettete l’olio extra-vergine e fate rosolare bene la carne su tutti i lati, poi sfumate con il restante vino bianco. Ora potete terminare la cottura o sul gas bagnandola ogni tanto con il fondo di cottura, oppure porla in forno già caldo a 190°C per 20-25 minuti, e poi abbassare la temperatura a 170°C per altri 30 minuti. Il mio macellaio mi consiglia sempre la cottura sul gas, perché in forno l’arrosto se non si bagna spesso tende più ad indurirsi. Voi procedete come riterrete più opportuno. Una volta pronto, lasciatelo raffreddare per fettarlo. Poi riponete le fette nel sugo di cottura, scaldando il tutto a fuoco medio per pochi minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *