I capunèt

Condividi
I capunèt sono gli involtini di verza tipici piemontesi. Si è soliti prepararli con gli avanzi dell’arrosto della domenica, in modo da riciclare la carne avanzata. Ci sono varie ricette, in base alla zona e alla tradizione familiare. Se non avete l’arrosto avanzato potete prepararli con un mix di carne macinata. Sono molto buoni e possono essere considerati un piatto unico, perché c’è sia la verdura che la carne. Io li ho fatti con la besciamella a forno, potete farli anche semplicemente in padella senza besciamella.


Ingredienti per 12 capunèt
una verza media
100 gr di trita di vitello
100 gr di pasta di salsiccia
1 uovo
un fondino di mortadella da 150 gr
sale, pepe
parmigiano grattugiato
olio extra-vergine
per la besciamella:
500 ml di latte scremato
30 gr di burro
50 gr di farina
un pizzico di sale
noce moscata q.b

Procedimento:
per la besciamella il procedimento lo trovate QUI
Sbollentate 16 foglie di verza, o di più,in base alla loro grandezza e a quanto ripieno metterete all’interno. Preparate il ripieno così: unite le due trite con l’uovo, la mortadella tagliata a cubettini piccoli, il sale, pepe e il formaggio grattugiato. Amalgamate bene il tutto. Prendete le foglie di verza che avete sbollentato e tamponatele bene con un canovaccio per asciugarle. Disponete su ogni foglia un po’ del ripieno e poi chiudete a pacchetto. Un po’ di besciamella sul fondo di una teglia, e poi poggiate i capunèt e completate versando ancora un po’ di besciamella. Spolverate di parmigiano e mettete in forno a 180°C per 30 minuti. Serviteli caldi.

2 pensieri su “I capunèt”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.